GrauSchumacher Piano Duo -1° Classificato 01/01/1970
Germany
GrauSchumacher Piano Duo

Andreas Grau e Götz Schumacher si sono affermati come uno dei più importanti duo pianistici del mondo. Programmi intelligenti e innovativi, interpretazioni affiatate e raffinatissime hanno fatto sì che il duo sia ospite regolare di festival e istituzioni concertistiche quali la Philharmonie di Colonia, Philharmonie di Berlino, la Cité de la Musique di Parigi, i Schwetzinger Festspiele, il Festival di Salisburgo, la Tonhalle di Zurigo e il Festival Pianistico La Roque d'Anthéron, collaborando inoltre con direttori del calibro di Michael Gielen, Lothar Zagrosek, Emanuel Krivine, Heinz Holliger, Kent Nagano, Bertrand de Billy, Andrej Boreyko, Georges Prêtre e Zubin Mehta.

 

Tra i progetti più recenti si ricordano i concerti con la Bavarian Radio Symphony Orchestra, la Deutsches Symphonie-Orchester, la SWR Symphony Orchestra, la Stuttgart Radio Symphony Orchestra, la Bavarian State Orchestra di Monaco di Baviera, l’Orchestra Sinfonica della Radio di Vienna e l’Orchestre Philharmonique de Radio France, come del resto apparizioni al Festival di Rheingau Musica, al Klarafestival Bruxelles, al Gewandhaus di Lipsia, al Konzerthaus di Vienna, al Mozarteum di Salisburgo, al De Doelen di Rotterdam, al Handelsbeurs Gand e al Concertgebouw di Bruges. Si sono esibiti in concerto, tra gli altri, accanto alla Stuttgart Radio Symphony Orchestra, alla Frankfurt Radio Symphony Orchestra e alla Lithuanian National Symphony Orchestra.

 

Oltre al repertorio classico che include opere di Bach, Mozart, Mendelssohn, Bartók e Poulenc, il Duo Pianistico GrauSchumacher è da sempre alla ricerca di nuove opere per due pianoforti e orchestra. Ispirati dal virtuosismo e dal tocco delicato del duo, alcuni fra i più importanti compositori contemporanei quali Peter Eötvös, Philippe Manoury e Jan Müller-Wieland hanno scritto per Andreas Grau e Götz Schumacher. Notevole anche la collaborazione con Stefan Heucke che ha composto per il duo una versione per due pianoforti e orchestra del Concerto Pathétique di Franz Liszt. Nel 2015 a Colonia hanno presentato con l'Orchestra WDR Symphony diretta da Peter Rundel la prima mondiale di Machine in Echo di Luca Francesconi.

Altre premières degne di nota sono ictus II, composizione per due pianoforti e due percussionisti di Bernd Richard (premio Hindemith) al Festival dello Schleswig-Holstein, ptyx di Hanspeter Kyburz, Le temps, mode d'emploi per duo pianistico ed elettronica di Philipp Manoury (presentata alla Wigmore Hall, al Festival Musica di Strasburgo e ai Tage für Neue Musik di Zurigo).

Numerosi i premi e i riconoscimenti della critica per la notevole attività discografica del duo, tra cui spiccano le incisioni di Mantra di Stockhausen, l’album Visions de l'Amen con opere di Messiaen e Schütz/Kurtág, Le Sacre du Printemps di Stravinsky, diverse opere di Luciano Berio e una serie di Concerti pianistici con la Deutsches Symphonie Orchester Berlin.

 




<- Anno 2016