Rico Gulda Austria
/25/public/fb_giuria/2018/Rico%20Gulda.jpg
Austria

Figlio del rinomato pianista Friedrich Gulda, Rico Gulda è cresciuto a Monaco, in Germania, dove ha iniziato a studiare pianoforte a 5 anni, guidato dal padre. Ha poi continuato gli studi con Ludwig Hoffman e con Noel Flores alla Musikuniversität Wien. Ha frequentato i corsi di perfezionamento di Dimitri Bashkirov, Viktor Merzhanov, Paul Badura-Skoda e Oleg Maisenberg. Durante la sua carriera ha potuto suonare con importanti orchestre quali i Wiener Philharmoniker, Wiener Kammerorchester, Mozarteum Orchester Salzburg, Bruckner Orchester Linz, l’Orchestre National de Belgique, in diverse sedi e festival di grande importanza come i Wiener Festwochen, il Munich Klaviersommer, il Bregenz e il Bochum Festival, il Piano Festival Ruhr, così come i Ludwigsburger Schloßfestspiele e il Danube Festival. Ha insegnato al Mozarteum di Salzburg, all’Università delle Arti di Nagoya, all’Università Hansei di Seoul e al Conservatorio Schubert a Vienna. Ha una lunga amicizia sia professionale che personale con il baritono Florian Prey, con il quale ha inciso opere di Schubert. Insieme a suo fratello Paul, ha collaborato con Martha Argerich e con artisti del calibro di Renaud Capucon, Patricia Kopatchinskaja e Christian Arming. Ha inciso per Gramola e per Naxos opere di Schubert, Schumann, Schulhoff e Mozart. Ha inoltre lavorato come produttore e manager musicale internazionale e la sua produzione del "Vivaldi Reflections" di Ferhan & Ferzan Önder ha vinto il premio Echo Klassik. È direttore artistico della Wiener Konzerthaus.




<- Anno 2018